vai al testo Salta al testo principale: accesskey 1. Tasto valido per tutto il sito. Usare l'accesskey a per consultare la pagina sull'accessibilità
Biblioteca Mario Rostoni

 
 

Il nuovo diritto al lavoro dei disabili

Biblioteca M. Rostoni

Corso Matteotti, 22
21053 Castellanza (VA)
tel. 0331-572.282
fax 0331-572.238
|E-mail: biblio@liuc.it|
Lunedì-Venerdì: 8,30-18
Sabato: 9-13
Il nuovo diritto al lavoro dei disabili
: La legge n. 68/99 di riforma del collocamento obbligatorio, aggiornata allo schema di regolamento di esecuzione del 4 agosto 2000 / di Pierangelo Albini, Massimiliano Crespi, Ernesto Di Seri. - Padova : Cedam, ©2000. - 450 p. ; 24 cm.

Il 18 gennaio 2000 è entrata in vigore la legge 12 marzo 1999, n.68, recante "Norme per il diritto al lavoro dei disabili". Dopo oltre trent'anni il legislatore ha posto mano alla delicata tematica del "collocamento obbligatorio" sostituendolo con il nuovo modello del collocamento mirato.
L'illustrazione del contenuto della nuova disciplina legale, vagliato criticamente, tende ad enfatizzarne gli aspetti salienti ed a valutarne l'idoneità a perseguire quel difficile compromesso fra diritti che, in buona sostanza, è il fine ultimo della riforma.
L'ampia ed accurata rassegna dei più significativi orientamenti giurisprudenziali prodottisi, unitamente alla breve ricostruzione storica dell'evoluzione complessiva del sistema del collocamento obbligatorio, consentono di testimoniare i limiti di una stagione che si vorrebbe conclusa e risultano opportuni per valutare quali condizionamenti potranno incidere sulla concreta attuazione dei principi enunciati dalla nuova legge. L'excursus storico, nella sua essenzialità, non poteva ovviamente tralasciare un approfondimento delle problematiche afferenti la categoria degli invalidi psichici, in quanto tematica catalizzatrice in passato di acceso dibattito dottrinario e giurisprudenziale.
Le considerazioni comparative permettono di evidenziare come altri ordinamenti giuridici siano da tempo pervenuti a soluzioni efficaci ed innovative, costruendo sistemi di avviamento al lavoro integrati in un quadro di pieno inserimento sociale del disabile. In quest'ottica le conclusive riflessioni de iure condendo intendono suggerire al lettore alcune delle ragioni per le quali il sistema normativo scaturente dalla riforma può considerarsi una mera tappa intermedia di un percorso evolutivo, piuttosto che il punto di approdo di un progetto compiuto.


Indice

Introduzione - Quasi un secolo di collocamento obbligatorio ix
Parte prima - Le linee guida della disciplina antecedente la legge di riforma del 1999  
Capitolo I - Dalla prima guerra mondiale alla fine degli anni settanta. la successione degli interventi di tutela delle singole categorie protette 3
Capitolo II - Il collocamento degli invalidi psichici 61
Parte seconda - La legge di riforma 12 marzo 1999, n. 68, fra contenuti normativi e orientamenti della giurisprudenza  
Capitolo III - Il diritto al lavoro dei disabili nella legge 12 marzo 1999, n. 68. analisi del contenuto e valutazione critica degli aspetti più significativi 107
 
Capitolo IV - Il contributo della giurisprudenza. la ricostruzione dei principali orientamenti del passato come parametro di riferimento per l'individuazione delle possibili opzioni interpretative future 178
Parte terza - Il collocamento obbligatorio: suggestioni e suggerimenti per il futuro  
Capitolo V - Uno sguardo oltre I nostri confini 313
Capitolo VI - Dopo il collocamento "mirato", come arrivare al collocamento "ammirato"? alcuni spunti di riflessione "de iure condendum" 367
   
Bibliografia 417
Indice analitico 445
Riviste giuridiche: elenco abbreviazioni 449
 
XHTML 1.1 | CSS | AAA W3C-WAI |Accessibilità| |Come raggiungerci|
| Indice del sito della Biblioteca | Torna all'homepage del sito della Biblioteca | Indice del sito dell'Università
Memorizza appunti
Chiudi appunti [y]

. [.]
 
Registra utente
Chiudi finestra [+]

. [,]