Biblioteca Mario Rostoni

 
 

Il performance management negli enti locali : logiche e metodologie in applicazione della riforma Brunetta

Biblioteca M. Rostoni

Corso Matteotti, 22
21053 Castellanza (VA)
tel. 0331-572.282
fax 0331-572.238
|E-mail: biblio@liuc.it|
Lunedì-Venerdì: 8,30-18
Sabato: 9-13


Il performance management negli enti locali : logiche e metodologie in applicazione della riforma Brunetta

/ Renato Ruffini, Luigi Bottone, Riccardo Giovannetti. - Santarcangelo di Romagna : Maggioli, c2011. - 184 p. ; 24 cm + 1 CD-Rom. - (Progetto ente locale. Amministrazione e management ; 55). - ISBN 978-88-387-6990-7.

Il decreto legislativo 150/09, con il titolo secondo "Misurazione, valutazione e trasparenza della performance”, ha messo le amministrazioni pubbliche di fronte a una sfida molto complessa da attuare: adottare in maniera sistemica ed organica le logiche e gli strumenti della gestione orientata alla performance.

La complessità di tale sfida deriva, in primo luogo, dalla necessità di tradurre in indicatori quali/quantitativi la gestione degli interessi collettivi e delle relative strategie e politiche degli organi d'indirizzo delle amministrazioni; in secondo luogo, tema non meno problematico, occorre adottare politiche meritocratiche di fronte ad anni di esperienza in cui i sistemi di valutazione sono stati vissuti come meri strumenti retributivi aggiuntivi rispetto allo stipendio di base.

In questo quadro, il testo viole essere una sorta di “vademecum” metodologico per affrontare in modo organico e corretto la progettazione e implementazione di un sistema di performance management, cioè un processo strutturato che consenta di definire e misurare obiettivi, indicatori e target coerenti con le strategie dell'ente e con la relativa declinazione in piani operativi.

Il libro, basato anche sulle esperienze operative che hanno visto coinvolti gli Autori negli ultimi due anni, sviluppa con un linguaggio non tecnico la logica generale di definizione di obiettivi, indicatori e target; le modalità di gestione del quadro giuridico e contrattuale; le tecniche e gli schemi operativi per testare la bontà dell'impianto metodologico dei sistemi di misurazione delle performance (schemi e schede per ragionare sugli elementi distintivi di un sistema di misurazione delle performance funzionale alla redazione del Piano della performance sono contenuti nel Cd-Rom allegato);

 

SOMMARIO

Presentazione5Capitolo I - Introduzione: che cos'è il performance management (di Renato Ruffini)1.1. Premessa1.2. Il performance management: un quadro generale1.3. Misurare le perforrnance1.4. Il performance management nella riformaCapitolo II - Gestire le regole (di Renato Ruffini)2.1. La mappa delle regole2.2. Cosa cambia nelle regole con la riforma2.3. Cosa cambia con i Nuclei di valutazioneCapitolo III - La gestione delle performance organizzative (di Luigi Bottone)3.1. Il ciclo di gestione delle performance in breve3.1.1. Il sistema di misurazione della performance3.1.2. Il modello generale3.2. Schemi e schede di riferimento per la definizione, misurazione e valutazione degli obiettivi3.2.1. Schemi per la definizione degli obiettivi3.2.2. Schemi di sviluppo del sistema di misurazione: indicatori e target3.2.3. Schema di sviluppo di indicatori di outcome3.2.4. Schema di sviluppo di indicatori e target operativi a partire dal PEG3.3. Il processo di implementazione e la relativa tempistica
7
7
8
16
25
27
27
32
40
53
68
70
74
74
77
79
82
82
85
  3.3.1. Errori più frequentiCapitolo IV - Il Piano della performance (di Riccardo Giovannetti)4.1. Il Piano della performance nel D.Lgs. 150/2009: il quadro normativo4.1.1. Piano della performance e qualità delle informazioni4.1.2. Piano della performance come documento tecnico di pianificazione4.2. L'applicazione del D.Lgs. n. 150/2009 negli enti locali: le Linee guida dell'Anci in materia di Ciclo di gestione della performance per i Comuni e la delibera 121/2010 della Civit4.3. La struttura del Piano della performance: l'analisi di casi concreti4.3.1. I contenuti del Piano della performance nella delibera Civit 112/20104.3.2. Un modello generale per la individuazione della performance organizzativa4.3.3. Esempi di Piani della performance4.3.3.1. Il caso della Camera di commercio di Torino4.3.3.2. Il caso del Comune di BergamoCapitolo V - La gestione delle performance individuali (di Renato Ruffíni)5.1. Premessa5.2. Scopo e requisiti dei sistemi di valutazione delle performance individuali5.3. Riassunto: la progettazione dei sistemi di valutazione delle performance individuali negli enti5.4. Le fasi di sviluppo dei sistemi di misurazione della performance individuale5.5. ConclusioneBibliografia
89
91
91
92
93
98
104
104
123
132
132
142
149
149
151
173
177
181
183
 
| Indice del sito della Biblioteca | Homepage del sito della Biblioteca