Biblioteca Mario Rostoni

 
 

Gestire il presente e creare il futuro

Biblioteca M. Rostoni

Corso Matteotti, 22
21053 Castellanza (VA)
tel. 0331-572.282
fax 0331-572.238
|E-mail: biblio@liuc.it|
Lunedì-Venerdì: 8,30-18
Sabato: 9-13


Gestire il presente e creare il futuro

: l'esigenza di un viaggio aziendale partecipativo / Vittorio D'Amato. - Milano : Angeli, c2003. - 114 p. : ill. ; 23 cm. - (Formazione permanente. Sezione 1: Problemi d'oggi ; 267). - ISBN 88-464-4542-2.

Le persone hanno a disposizione due strade per cambiare la loro vita e le loro aziende. Una è aspettare che l'azienda vada a sbattere contro il muro, nel qual caso non hanno scelta. Questo è il cambiamento reattivo. L'altra strada consiste nello scandagliare l'orizzonte alla ricerca d'opportunità e prepararsi al futuro. Le aziende che si preparano decidono il loro business, chi dovranno essere i loro clienti e chi saranno i loro concorrenti. Avviano il cambiamento prima di essere costrette a farlo.

Per anni si è creduto che la crisi e il dolore fossero le uniche molle per attivare un cambiamento. Noi non la pensiamo così. Le persone lungimiranti sanno scrutare con un occhio il futuro mantenendo l'altro sul presente.

Gestire il presente e progettare il futuro è difficilissimo. Non basta un'intelligenza, occorre saper mobilitare l'intelligenza di tutti, "l'intelligenza aziendale" e l'apprendimento continuo. Se poi si aggiunge il fatto che il cambiamento è continuo, uno stile di vita più che un evento occasionale, si rafforza il convincimento che il cambiamento va attuato con le persone e non sulle persone. Le aziende non possono più permettersi di concentrarsi esclusivamente sulle attività del momento, le condizioni attuali di continuo cambiamento le obbligano a dedicare tempo ed energia sia al miglioramento dei processi in essere (mantenere o migliorare l'inclinazione della prima curva), sia alla progettazione del futuro (creazione della seconda curva).

Lavorare simultaneamente sulle due curve, imparando da entrambe, significa consentire al passato e al futuro di contribuire al presente.

 

SOMMARIO

1. I vecchi pilastri della next economy9
1.1. Management & leadership: cosa non è cambiato9
1.2. Il vecchio-nuovo management10
1.3. La nuova leadership15
1.4. Il nuovo leader16
1.4.l.Trovare la strada18
1.4.2. Allineare e consolidare19
1.4.2.1. Missione, obiettivi fondamentali e valori21
1.4.2.2. Strategie21
1.4.2.3. Struttura23
1.4.2.4. Processi24
1.4.2.5. Sistemi24
1.4.2.6. Persone e competenze25
1.4.2.7. Cultura26
1.4.3. Liberare energia e gestire l'intelligenza aziendale27
2. Un capo dovrebbe...30
2.1. Gli elementi essenziali per permettere alle persone di fare del loro meglio30
2.2. L'importanza di essere informati33
2.3. Il nuovo sistema premiante delle learning organization34
3. Prodotti, servizi, sistemi, idee e creatività: da a ziende a "solution company"38
3.1. Fammi provare delle emozioni e sarò tuo per sempre38
3.2. Una società basata sulla competenza e sul talento41
3.3. Trasformare ogni lavoro in una impresa familiare '
3.4. Chi non riflette non è intelligente45
3.5. Idee geniali applicabili: la creatività aziendale47
4. Come sopravvivere alla sfida del tempo: miglioramento, evoluzione, cambiamento e rivoluzione52
4.1. Cambiamento reattivo e cambiamento proattivo52
4.2. Un doppio cambiamento: migliorare il presente e creare il futuro53
4.3. Resistenze al cambiamento >) 55
4.3.1. Il gioco del finto cambiamento56
4.4. Il percorso di cambiamento e d'apprendimento individuale59
4.4.1. Decidi chi sei - La realtà60
4.4.2. Decidi cosa vuoi diventare - La visione62
 
4.4.3. Equilibrio tra cambiamento e tradizione64
4.4.4. La decisione di cambiare e di agire65
4.5. Come guidare con successo i processi di cambiamento aziendali66
4.5.1. Creare il senso dell'urgenza67
4.5.2. Costruire la coalizione di governo68
4.5.3. Costruire la visione: la meta del cambiamento70
4.5.4. Comunicare la visione74
4.5.5. Sviluppare le competenze di un'ampia base di persone75
4.5.6. Conseguire successi a breve76
4.5.7. Consolidare i cambiamenti ed integrarli nella cultura aziendale76
4.6. Una visione sistemica del cambiamento: progetti nel progetto77
5. L'era dei systems thinker: pensiero sistemico in azione81
5.1. Vedere il mondo in modo nuovo81
5.2. Le competenze del pensiero sistemico82
5.2.1. Cogliere la circolarità dei fenomeni83
5.2.2. Vedersi come principali artefici del nostro futuro: la struttura genera il comportamento86
5.2.3. Sviluppare una chiara idea di come funziona la realtà: la prospettiva strutturale87
5.3. Il linguaggio del pensiero sistemico88
5.4. Feedback e processo decisionale88
5.5. La ricerca della stabilità: i processi di bilanciamento90
5.6. I motori della crescita: i processi di rafforzamento92
5.7. Non si può vincere sempre: il concetto della dominanza93
6. In cammino verso la meta96
6.1. La capacità di desiderare l'impossibile96
6.2. Un problema di autostima97
6.3. Libertà e responsabilità99
6.4. Ascolto e tranquillità 99
6.5. "Cosa voglio veramente?"101
6.6. Persone speciali capaci di generare epidemie sociali104
6.7. Il potere del contesto: ecco perché piccoli cambiamenti generano grandi risultati107
La biblioteca del learning leader: sei libri da leggere109
Entra nel mondo dell'apprendimento organizzativo!112
 
| Indice del sito della Biblioteca | Homepage del sito della Biblioteca